Skip to main content

Le parole di terrore scagliate contro la campagna vaccinale ed il vaccino Oxford-Astrazeneca sono state molto gravi: hanno leso e ferito un rapporto di fiducia tra lo Stato ed il Cittadino in un momento delicato come quello che stiamo vivendo da più di un anno.

Trieste, Mercoledì 17 Marzo 2021

In questi giorni le autorità regolatrici di svariati paesi tra cui l’Italia, dopo alcuni casi sospetti di reazioni avverse al vaccino Oxford-AstraZeneca, hanno deciso di sospendere le somministrazioni del vaccino britannico-svedese.

A seguito di tali decisioni, la stampa nazionale e internazionale ha reagito informando i cittadini circa i fatti seppur in modo diversificato, ognuno secondo il proprio stile comunicativo.

Una parte rilevante della stampa nazionale italiana si è distinta negativamente per delle prime pagine, dei titoli e degli approfondimenti che lasciavano presagire il pericolo di vita per chi ha ricevuto o si è prenotato per ricevere una dose del siero Oxford-AstraZeneca, dimenticandosi che la natura della stampa e del giornalismo è di informare, non di terrorizzare creando panico e confusione.

La segreteria dei Giovani Democratici auspica, quindi, che in futuro ci possa essere una seria riflessione sul peso che le parole e i titoli usati possono avere sul quotidiano vivere delle persone.

Certi della professionalità dei giornalisti e del loro impegno a informare correttamente la popolazione, chiediamo che la stampa sia ancora, oggi e in futuro, la voce della verità.

Segreteria Giovani Democratici FVG

Sei un Giornalista?

Il Comunicato Stampa viene fornito in formato .pdf, in licenza Creative Commons BY 3.0 International. Puoi rielaborare il documento ma devi citare la fonte.

Ufficio Stampa

Ufficio Stampa

Ufficio Stampa dei Giovani Democratici del Friuli Venezia Giulia Per informazioni, chiarimenti e dubbi: scrivere a stampa@gdfvg.it